Mandilli de saea (fazzoletti di seta) al pesto genovese avvantaggiato con patate croccanti, fagiolini e pinoli tostati

È ormai difficile trovare nei menu liguri i mandilli de saea al pesto genovese; troppo lunga e impegnativa la preparazione di questo primo piatto che regala in verità una magica esperienza gustativa: fazzoletti quasi trasparenti di pasta all’uovo povera, come è d’uso in Liguria, si ravvivano con l’originale pesto genovese, arricchito, in una versione timidamente rivisitata, dal connubio con tocchetti di fagiolini lessi, cubetti di patate dorate e croccanti e da una manciate di pinoli tostati.CONTINUA A LEGGERE

0

Piccola tarte al limone, mandorle e meringa

Illumina il fine pasto come il radioso sole estivo questa tartelletta, che declina il limone in tante sfumature di consistenze e gusto. Un guscio sottile e croccante di pasta sablée accoglie in successione una morbida crema di mandorle e limone, una composta di limone candito, una cedevole crema dall’intenso sapore agrumato, in una versione creativa della notissima Tarte au Citron Meringuée.CONTINUA A LEGGERE

0

Crostata ananas e lamponi con ganache montata di cioccolato Amber

In passato ho sempre pensato alla crostata come al dolce della merenda, tutt’al più adatto a concludere nella sua rassicurante semplicità un pasto informale. Oggi, invece, la tecnica multiforme e la giocosa inventiva di molti maestri pasticceri hanno dischiuso a questa tipologia di dolce la possibilità di affascinare la vista con raffinate architetture e di sedurre il palato con intriganti combinazioni di colori, gusti e consistenze. È appunto ispirata a una creazione del pasticcere Gianluca Fusto la mia crostata ananas e lamponi con ganache montata al cioccolato Amber. Qui la croccantezza di una frolla alle mandorle contrasta piacevolmente con un’avvolgente ganache di cioccolato bianco con note di caramello salato; la fresca acidità dei lamponi e la pulita dolcezza dell’ananas completano il bouquet di sapori.CONTINUA A LEGGERE

3

Tre proposte per il brunch di primavera

Mi sembra che quest’anno la primavera si sottragga ai miei sensi, che i suoi profumi e i suoi colori non riescano ad avvolgermi con la loro intensa promessa di vita. Non mi piace la sensazione di ripiegamento che vorrebbe accompagnare le mie giornate, ad essa mi oppongo ascoltando il richiamo delle mie amate occupazioni, decisa a non sciupare il ritorno della bella stagione ignorando i frutti che ci offre, generosa come sempre. Da questi pensieri nascono le mie proposte per arricchire il rito del brunch, mai come ora adatto ai ritmi lenti che da qualche tempo abbiamo adottato nella vita quotidiana:

 

Tris di panini gourmet

Quiche di primavera

Moretti

0

Tartellette caramello, limone e mandorle

Non so quando potremo assaporare di nuovo il piacere di ritrovarci tra amiche per scambiarci confidenze e notizie con la festosa leggerezza di un tempo. Nell’attesa che le consuetudini a noi care tornino a scandire le nostre giornate, è bello nutrire la speranza immaginando ciò che potrà accompagnare in dolcezza le abitudini ritrovate. Da tali pensieri nasce l’idea di queste eleganti tartellette, in cui le note acide di una gelée al limone contrastano l’avvolgente dolcezza di una mousse di cioccolato bianco al caramello salato; la cremosità delle lucide semisfere trova un piacevole contrappunto nella cedevole croccantezza della pate sucrée alle mandorle che le accoglie.CONTINUA A LEGGERE

2