Gamberi imperiali in olio cottura, crema di carciofi e carciofi fritti

La particolare tecnica di cottura rispetta sapore e consistenza dei pregiati crostacei; la duplice presenza dei carciofi arricchisce l’esperienza gustativa.

 

Ingredienti per 4 persone

12 gamberi imperiali

olio extravergine d’oliva q.b. a sommergere i crostacei

 

PER LA CREMA DI CARCIOFI

3 carciofi

1 mazzetto di maggiorana

1 bicchiere di vino bianco

q.b. di olio extravergine d’oliva

sale e pepe

 

PER I CARCIOFI FRITTI

3 carciofi

olio di semi di arachidi per friggere

q.b. di farina

sale

 

Preparazione

 

  • Per la crema di carciofi: pulite 3 carciofi dalle foglie esterne più dure e dalla barba interna. Tagliateli a spicchi e immergeteli in acqua acidulata con succo di limone, per evitare l’ossidazione. Scolateli e rosolateli in poco olio insieme alle foglie di maggiorana, sfumate con il vino bianco, salate e portate a cottura, aggiungendo poca acqua calda e tenendo la casseruola coperta con un foglio di carta da forno. Una volta cotti, frullate i carciofi e passate al setaccio, così da ottenere una crema.
  • Per i gamberi imperiali in olio cottura: private i crostacei del carapace e del filo intestinale, lasciando attaccato solo il codino finale. In una casseruola riscaldate l’olio extravergine d’oliva in quantità sufficiente a sommergere completamente i gamberi e con l’aiuto di un termometro da cucina portatelo alla temperatura di 85°C; spegnete il fuoco, immergete i crostacei e cuocete per caduta termica, lasciando in immersione fino al raggiungimento di 45°C.
  • Per i carciofi fritti: affettate molto sottilmente tre carciofi, infarinateli leggermente e friggeteli in abbondante olio di semi di arachidi. Scolateli su un foglio di carta assorbente e salateli.

 

Finitura

Tracciate una striscia di crema tiepida di carciofi nei piatti individuali e disponetevi sopra tre gamberi imperiali. Completate il piatto con ciuffetti di carciofi fritti.

 

Non ci sono commenti

Lascia un commento