Settembre: torta financier alle nocciole con Namelaka alla vaniglia e fichi

Anche quest’anno gli alberi di fico del mio frutteto sono stati generosi ed ora che l’estate chiama l’autunno è il momento di destinare gli ultimi frutti a un dolce settembrino. Su una torta di soffice financier alle nocciole, arricchito alla base dalle note croccanti della granella, si rincorrono onde irregolari di setosa Namelaka alla vaniglia; sulla crema si adagiano in armonico disordine spicchi di fichi e nocciole tostate.CONTINUA A LEGGERE

0

Giocando con i sapori dell’estate

La scelta del menu per un’occasione conviviale è per me un momento emozionante e divertente, rappresenta un impegno appassionato ed intenso, animato dalla curiosità e dalla ricerca di proposte stimolanti e originali.   Facendomi guidare dai sapori, colori e profumi delle diverse stagioni, esploro e rinnovo la tradizione giocando con insoliti accostamenti di ingredienti e contrasti di texture, attenta agli aspetti cromatici ed estetici di quanto preparo. Ecco gli ultimi risultati della mia ricerca per arricchire un festoso buffet estivo:CONTINUA A LEGGERE

0

Savarin prosciutto e melone

Il classico abbinamento, frequente presenza sulle tavole estive, trova nuova espressione in un piccolo savarin, che unisce una delicata mousse di prosciutto crudo ad una fresca gelée di melone. La base di pasta frolla salata arricchisce piacevolmente per contrasto le sensazioni gustative della preparazione.CONTINUA A LEGGERE

0

Crostata di albicocche al Sauternes con crema al latte di mandorle e cioccolato fondente

Il collaudato accostamento di albicocche e cioccolato fondente si rinnova in questa crostata con la marinatura dei frutti nel bouquet seducente del vino francese; l’avvolgente dolcezza della crema, alleggerita dal profumato latte di mandorle, trova un gradevole contrappunto nell’elegante acidità della frutta.CONTINUA A LEGGERE

0

Una Sacher per l’estate

Trovo particolarmente interessanti i percorsi di rinnovamento di alcuni pasticceri professionisti, che propongono i classici regalando ad essi freschezza e contemporaneità, senza dimenticare il territorio e le sue tradizioni. Non di rado i miei dessert partono con estrema umiltà dalle suggestioni di provocazioni contemporanee, nel tentativo di esplorare nuove possibilità di consistenze, incontri cromatici e risultati estetici. Eccone un esempio.CONTINUA A LEGGERE

0

Pic chic

Lasciarsi alle spalle lo stress di tutti i giorni, immergersi nel verde rilassante di parchi o giardini è il sogno di tanti. Perché non abbracciare allora l’idea di un picnic e realizzare una speciale merenda gourmet, da godersi con il partner o con i fidi compagni di una golosa avventura? La dimensione spensierata dell’occasione non esclude però l’attenzione ai particolari che possono rendere speciale la degustazione del buon cibo: sul prato all’ombra degli alberi si distende una candida tovaglia di lino con preziosi ricami, dal cestino di vimini emergono piatti di fine porcellana, posate d’argento e calici di cristallo. Non vi sembra di fare un salto indietro nel tempo ed entrare in punta di piedi in un quadro di Manet? E allora apprestatevi a gustare in una cornice come questa piatti raffinati nella loro semplicità:CONTINUA A LEGGERE

0

Insalata di grano saraceno e miglio con pesche noci e sedano, pesto di fiori di zucca e trota affumicata

In una corolla di bianca porcellana una rustica insalata di cereali si arricchisce con ingredienti che regalano piacevoli sensazioni gustative: la succosa freschezza della pesca noce e la croccantezza di un cuore di sedano contrastano piacevolmente l’intensità della trota affumicata; la crema di fiori di zucca e basilico avvolge e armonizza l’insieme.CONTINUA A LEGGERE

0