Buffet in giardino

Quando, verso la fine di agosto, ci sfiora il pensiero del prossimo declino dell’estate, avvertiamo con maggiore intensità il desiderio di trascorrere intere giornate all’aperto, magari nel verde rilassante di un vasto giardino. In questo contesto la formula del buffet assolve brillantemente al rito del cibo con una varietà di proposte culinarie da assaporare in libertà, mentre passeggiamo quietamente fra gli alberi e i fiori e accarezziamo con lo sguardo ciò che ci circonda. Il menù può accostare rustiche proposte della tradizione a preparazioni eleganti e insolite combinazioni, per soddisfare l’estro del momento e il gusto di ognuno. Ecco allora che insieme a quadrotti di focaccia genovese con prosciutto crudo e fichi, a una mousse delicata di tonno e a una torta di riso salata della Lunigiana compaiono finger food e monoporzioni di intrigante impatto visivo e gustativo:CONTINUA A LEGGERE

0

Tradizione o creatività? Per l’aperitivo il confronto si gioca intorno al fiore di zucca.

Nelle prime ore del mattino si schiudono nell’orto i fiori dorati delle zucchine; è allora il momento di coglierli, per poi riservare alle delicate corolle il ruolo di stuzzicanti aperitivi; per le farce si può giocare con gustosi e semplici accostamenti noti o regalare a questi versatili scrigni preziose e insolite combinazioni di consistenze e sapori. Ecco due esempi:CONTINUA A LEGGERE

0

Pensieri di maggio

L’alba si è fatta
profumo di rose.
Rosa di maggio,
abbarbicata sul muro vetusto;
affresco di vita
corroso dagli scherni del tempo.
Tappeto di petali bianchi
sul selciato di dolci primavere.
Fra gli agrumi imbiancati dai fiori,
mano nella mano di mio padre,
stretta, stretta,
al richiamo del cuore di mamma,
ansioso, protettivo.
Diventeranno frutti copiosi,
allieteranno tavole imbandite
tra gli amici dell’allegria,
svaniti nei rivoli
del più salubre inganno.
In fondo, oltre la siepe,
scorgere i ceppi temprati dagli anni;
offrono ancora nuova vegetazione,
nuove foglie, tenere e indifese,
al soffio di vento.

 (Alda Merini, Rosa di maggio)CONTINUA A LEGGERE

0

Armonie di febbraio

In particolari occasioni mi capita di elaborare un menu seguendo le insistenti suggestioni di alcuni prodotti; intorno ad essi parte allora una fase di studio e di ricerca che amo condurre con lo stesso piacere con cui in seguito cucino; seguendo il filo rosso dell’armonico accostamento di ingredienti e piatti, partendo dalla tradizione per rinnovarla senza personalismi, arrivo talvolta a una composizione per me soddisfacente come questa, ispirata dal fascino di raffinati crostacei e molluschi e dal goloso richiamo del cioccolato:CONTINUA A LEGGERE

0

Menu d’inverno 2021

Da tempo mi propongo di imprimere una mia cifra ai menu che elaboro e realizzo.  Nell’ottica irrinunciabile di una tavola equilibrata ed armonica, mi oriento con sempre più grande convinzione verso una ricettazione contemporanea di ingredienti tradizionali, alleggeriti ed impiegati in abbinamenti insoliti che li esaltino e ne rinnovino la presenza.  Nascono così questi miei piatti, che risvegliano la memoria rassicurante di profumi e sapori noti ma conducono a risultati gustativi inattesi:CONTINUA A LEGGERE

0

Pranzo di Natale 2020

In un anno particolare come questo e soprattutto in questo momento, non voglio rinunciare a festeggiare il Natale e a preparare con tutta la serenità possibile un giorno che sarà ricordato in futuro come unico, nel suo sottofondo di incertezza e di speranza. Si delineano così nella mia mente immagini che appagano il mio desiderio di armonia: una tavola illuminata dai bagliori del bianco e dell’oro, un trionfo di frutta brinata, il dipanarsi di un menu che concilia sapori noti e sfumature inconsuete: CONTINUA A LEGGERE

0

Menu per l’autunno 2020

Quest’anno l’arrivo sommesso dell’autunno non riesce a conciliare i moti del mio spirito; tanti momenti della giornata sono insidiati da incertezze e timori, che erodono l’amorevole vita di sempre, voluta e costruita con pazienza e convinzione; la mente però si ribella e si aggrappa fiduciosa alle occupazioni che per consuetudine e passione le procurano una quieta armonia. Ecco che allora lo studio lancia i pensieri lontano, verso colori, profumi e sapori che aspettano di incontrarsi. Così è nato questo menu autunnale:CONTINUA A LEGGERE

0

Menu di fine estate

Quest’anno la mia estate ha assaporato con rinnovata gratitudine l’ombra rassicurante del giardino e i profumi che dall’orto salivano accompagnati puntualmente dalla brezza. Ora che la buona stagione volge al termine, dal mio frutteto e dalle mie generose coltivazioni di ortaggi voglio ancora una volta cogliere i protagonisti di un menu ispirato da questo inizio di settembre:CONTINUA A LEGGERE

0