Frittura di calamari e funghi porcini

Una classica frittura, che accosta i sapori del mare e del bosco, riserva una piacevole sorpresa nel contrasto di consistenze: la nota fragranza degli anelli di calamari si accosta alla carnosa morbidezza di spicchi di porcini, nascosta da una croccante e finissima panure. La particolare tecnica di preparazione dei funghi esalta l’intensità del loro sapore.CONTINUA A LEGGERE

0

Scaloppa di branzino, crema di patate al Pernod, olive taggiasche, scorzette di arance e crostone di pane al rosmarino

Tradizionalmente profumato con il finocchietto selvatico che cresce nei declivi delle Cinque Terre, il branzino riceve qui simili sfumature aromatiche dal Pernod che dà personalità alla crema di patate. I tocchi salati e dolci delle piccole olive taggiasche e delle scorzette candite arricchiscono la gamma dei sapori; il crostone di pane aromatizzato aggiunge al piatto una presenza croccante.CONTINUA A LEGGERE

0

Il mio cappon magro

Il piatto principe delle tavole liguri rinuncia qui alla scenografica esibizione della sua opulenza e sceglie il nitido accostamento di pesce e verdure. Questa essenzialità compositiva consente al palato di individuare la specificità gustativa dei singoli elementi; la salsa verde, in una versione più delicata del consueto, esalta, rispettandoli, i sapori dello scorfano e delle mazzancolle.CONTINUA A LEGGERE

2

Petto di faraona al forno con mostarda, purea di ceci al sesamo e scalogni glassati all’aceto balsamico

La morbida e succosa suprema di faraona al forno, frequentemente presente sulla tavola di Natale, trova un pungente contrappunto nella tradizionale mostarda cremonese; la crema di ceci al sesamo aggiunge una sfumatura esotica, la riduzione di aceto balsamico conclude la gamma dei sapori con una nota agrodolce.CONTINUA A LEGGERE

0